Transaminasi GOT e GPT alte : sintomi e rimedi

Come si evince dal titolo di questo post, parliamo transaminasi GOT e GPT.  In linea di massima non sono altro che gruppi di enzimi che intervengono nella transaminazione, cioè nella trasformazione degli amminoacidi in energia. In quali occasioni? Beh, in diverse, ma principalmente durante sforzi fisici di un certo tipo (attività sportive su tutte). Dove sono presenti? Sono abbondanti nelle cellule del fegato e nei muscoli. Nella circostanza in cui le cellule dei muscoli e quelle epatiche siano danneggiate, le transaminasi si riversano nel sangue, andando di fatto ad incrementarne la concentrazione.

Le transaminasi GOT, note anche come AST, si riferiscono principalmente allo scheletro e al cuore, mentre le transaminasi GPT, note anche come ALT, si riferiscono principalmente al fegato.

Tra ciò che accomuna le due transaminasi, vi è il fatto che fanno parte della stessa cellula: una in forma citoplasmatica e in una in forma mitocondriale. L’esame del sangue, nei casi di alto valori delle transaminasi, può mettere in evidenza rialzi minimi (che si traducono in steatosi epatica ndr il cosiddetto fegato grasso per via dell’accumulo di cellule grasse e di trigliceridi appunto nelle cellule del fegato). Ma non è detto che a valori alti corrispondano  problemi al fegato : l’attività sportiva, sforzi eccessivi, pesanti carichi di lavoro, affaticamenti non fanno altro che innalzare il livello di questo genere di enzimi nel sangue. Ecco perché si suggerisce di fare gli esami del sangue a digiuno e, soprattutto, a riposo.

L’alcol comunque è una delle principali cause epatiche di innalzamento dei valori di transaminasi.

Ecco i valori normali:

AST: negli uomini si aggirano tra 10 e 45 UI./l, invece nelle donne tra 5 e 31.

ALT: negli uomini si aggirano tra 10 e 43 UI/l, invece nelle donne tra 5 e 36.

Ma entriamo meglio in dettaglio.

Transaminasi alte cause

Le cause per cui le transaminasi risultano elevate possono essere diverse. L’infiammazione del fegato, infatti, si potrebbe imputare ad una malattia infettiva come ad esempio l’epatite A o la mononucleosi, a problemi di tipo muscolare, all’assunzione di farmaci che alterano la funzione epatica, all’accumulo di grassi nel fegato, all’abuso di alcol o all’avvelenamento da metalli pesanti.

Le transaminasi alte si verificano anche in presenza di malattie del fegato quali la steatosi epatica e la cirrosi, o in concomitanza di malattie cardiache.

Transaminasi alte sintomi

L’aumento delle transaminasi, generalmente, è asintomatico, talvolta, però può presentarsi astenia, e qualora si verifichi un aumento della bilirubinemia, il colorito della pelle può diventare giallastro.

Transaminasi alte cure e rimedi

Se le analisi del sangue vengono effettuate a breve distanza da una cena un po’ troppo abbondante, un intenso sforzo muscolare o un forte stress, può capitare che i valori di GOT e GPT siano più alti del solito. Prima di sottoporsi al test per le transaminasi, perciò, è necessario mangiare in modo equilibrato, non bere alcolici e limitare l’attività sportiva.

Per avere un quadro completo della condizione epatica è bene associare altri esami a quello delle transaminasi, come la bilirubina, i trigliceridi e il colesterolo, l’azotemia, il mineralogramma, ecc.

Accertata l’assenza di una patologia grave a carico del fegato, per riportare le transaminasi entro i valori normali basta non strafare in palestra, evitare fonti di stress e seguire una dieta corretta, avendo l’accortezza di eliminare insaccati, fritti, cibi troppo elaborati, alcolici e carni grasse.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>