Tendinite al polso : sintomi e cura

images

Nella maggior parte dei casi il dolore provocato dalla tendinite colpisce maggiormente la zona della spalla, il gomito, il polso, il femore, il ginocchio e la caviglia e può essere anche abbastanza intenso. L’infiammazione dei tendini, costituiti da tessuto molle, e delle borse, che si trovano vicino alle articolazioni, spesso possono essere scambiate per artrite. Tuttavia, anche se in alcuni casi possono ricorrere o cronicizzarsi, di solito sono disturbi temporanei, soprattutto se sono individuati e curati per tempo.
La tendinite è l’infiammazione dei tendini, le strutture fibrose che si trovano in prossimità del raccordo tra il muscolo e l’osso. I tendini sono più fibrosi e densi rispetto ai muscoli.

Quali sono le cause della tendinite al polso?

Solitamente la tendinite al polso può essere causata da un trauma improvviso, ma nella maggior parte dei casi è la conseguenza di una serie di microtraumi provocati da movimenti ripetuti Chi invece trascorre molto tempo davanti a una tastiera con le mani e i polsi non ben posizionati può iniziare a soffrire di tendinite al polso. Le prime partite di tennis della stagione e i primi colpi di rovescio possono causare uno sforzo del tendine della parte esterna del gomito.
I sintomi principali prevedono la sensazione di dolore durante alcuni movimenti. Le radiografie non mostrano direttamente le borse o i tendini, però possono essere utili per escludere problemi alle ossa o alle articolazioni.
La terapia da seguire dipende dai disturbi e dalla causa che ha provocato il dolore, per esempio se è colpa del sovraccarico o di un trauma è molto importante ridurre la fonte dello stress e la pressione sul tendine. Ad esempio, se si lavora al computer, occorre assumere una postura corretta e mantenerla per non affaticare il polso. Se il problema è a carico del bacino, è utile non fare sforzi e cercare di risolverlo prima di riprendere l’esercizio fisico.


Tagged with 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>