Caratteristiche principali delle cellule staminali

Cellule

Negli ultimi anni, grande attenzione è stata posta verso temi quali la conservazione o la donazione del cordone ombelicale (o meglio del sangue in esso contenuto). Sempre più giornali e trasmissioni televisive dedicano ampio spazio a questi temi. Ma perché si conserva il cordone, quali sono le caratteristiche principali delle cellule staminali? Vediamole insieme.

Le cellule staminali si definiscono “indifferenziate” dal momento che non adempiono a nessuna funzione tessuto/organo specifica, ma sono in grado di auto-rigenerarsi e di dar vita a molte altre cellule costituenti gli organi del corpo umano, attraverso il processo di “differenziazione cellulare”.1

Si possono suddividere le cellule staminali in diverse famiglie, tenendo conto di alcuni criteri. In base alla loro capacità di differenziazione, le cellule staminali si possono distinguere in:

Cellule staminali totipotenti: in grado di generare tutti i diversi tipi cellulari che costituiscono i tessuti dell’individuo, incluse le cellule che costituiscono i tessuti extra-embrionali (es. la placenta);
Cellule staminali pluripotenti: possono originare tutte le cellule del corpo umano, ma non quelle dei tessuti extra-embrionali;
Cellule staminali multipotenti: in grado di differenziarsi in diversi tipi cellulari, ma in maniera limitata ad una specifica funzione; tra queste, ad esempio, compaiono le cellule ematopoietiche – presenti nel sangue – che possono differenziarsi in diversi tipi di cellule ematiche, ma non cerebrali.

Un altro criterio utile per classificare le cellule staminali è quello di identificare la loro sede di origine. Esse sono infatti potenzialmente presenti in qualsiasi tessuto, ma in base all’area di appartenenza presentano caratteristiche assai differenti:

staminali embrionali: si tratta di cellule pluripotenti presenti all’interno dell’embrione e necessarie al suo sviluppo; dal momento che il prelievo di tali cellule comporta la distruzione dello stesso embrione, si sollevano in merito accesi dibattiti di carattere etico;2
staminali del cordone ombelicale: si tratta in questo caso di cellule indifferenziate presenti nel sangue cordonale; a differenza delle staminali embrionali, la raccolta delle cellule cordonali avviene in maniera del tutto sicura e indolore sia per il bambino, sia per la madre, al momento del parto. Nel caso delle staminali cordonali non si presentano quindi questioni di carattere etico come nel caso delle embrionali;
staminali adulte: sono cellule multipotenti presenti potenzialmente in tutti i tessuti di un individuo adulto; le staminali adulte con maggior numero di applicazioni in medicina sono le cellule ematopoietiche, che danno origine alle cellule del sangue, e quelle mesenchimali, capaci di generare cellule che costituiscono i tessuti della pelle e delle cartilagini.3

Le cellule staminali, e in particolare la loro capacità unica di generare altre cellule, costituiscono una risorsa importantissima che si può utilizzare in medicina nel trattamento di numerose patologie.

Per ulteriori informazioni: www.sorgente.com

Note bibliografiche

1 Thomson, J.A., et al., Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science, 1998. 282(5391):p. 1145-7.
2 Menendez, P., et al., Human embryonic stem cells: potential tool for achieving immunotolerance? Stem Cell Rev, 2005. 1(2): p. 151-8.
3 Ikada, Y., Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface, 2006. 3(10): p. 589-601.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>