Antibiotici in gravidanza : i farmaci consentiti e quelli da evitare

Alle mamme in dolce attesa non è mai consigliata l’assunzione di farmaci, poiché potrebbe mettere il bambino a rischio complicazioni; prima di scegliere una qualsiasi terapia, è quindi molto importante avvertire il medico della propria gestazione in corso, in modo che possa decidere lui come sia meglio procedere e nel caso, quale dosaggio di farmaci assumere. Ad esempio, ancora di dibatte sulla vera efficacia dell’aspirina in gravidanza.
La stessa regola è da tenere presente quando si parla di antibiotici in gravidanza, spesso purtroppo usati senza le dovute precauzioni.

Antibiotici in gravidanza : quali sono permessi e quali evitare

Se proprio non é possibile evitare di somministrare antibiotici in gravidanza, il vostro medico dovrà necessariamente orientarsi verso gli antibiotici che non danno problemi e non risultano tossici per il feto.

Durante la gravidanza, alcuni antibiotici sono dannosi, mentre altri sono consentiti, come ad esempio la penicillina, l’amoxicillina, l’ampicillina e l’eritromicina.

Esistono, invece, antibiotici da evitare in gravidanza e soprattutto nel primo e nell’ultimo trimestre : la gentamicina, la sisominicina, la tobramicina, la kanamicina, l’Amikacina e la netilmicina,

I rischi per il feto

A differenza dei sopracitati, non sono invece tollerati altri antibiotici, poiché sospettati di essere pericolosi sul feto. Ad esempio il cloramfenicolo (antibiotico utilizzato nel trattamento delle infezioni da salmonella) e la rifampicina (utile nelle infezioni da stafilococchi o da altri germi). Inoltre le tetracicline, la streptomicina e la kanamicina (antitubercolari) sono potenzialmente teratogeni, ovvero possono arrecare danni al nascituro!

Pertanto, è di fondamentale importanza rivolgersi al medico e seguire le sue indicazioni; spesso i farmaci sono davvero indispensabili, e per questo è necessario stare alle cure che vengono consigliate, per mantenere il proprio corpo in buona salute.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>