Allergia alle graminacee e pollini : sintomi,cause ed alimentazione

Le graminacee fanno parte della vasta famiglia di circa 9000 specie vegetali, ordinate in circa 635 generi, di grande importanza economica ed ecologica. Tutti i cereali coltivati nel mondo appartengono alla famiglia delle Graminacee.

Siamo nel pieno del periodo in cui ben il 15% della popolazione italiana soffre di allergia alle graminacee e ai pollini. Diversa dall’allergia al nichel di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, ma sempre temibile e fastidiosissima.

Tra le più importanti si annoverano il riso, il grano, il mais e l’orzo, la canna da zucchero, impiegata per ricavare lo zucchero da tavola, e il bambù, utilizzato come materiale da costruzione, fonte di cibo e, un tempo, anche per ottenere la carta la citronella.

ALLERGIA ALLA GRAMINACEE

L’allergia alle graminacee è come una reazione di difesa del nostro sistema immunitario del nostro corpo. All’interno del nostro corpo questa sostanza viene classificata come nemico e ne viene classificata anche la dannosità. La conseguenza è una reazione di difesa che provoca danni e fastidi al nostro organismo.

ALLERGIA GRAMINACEE E POLLINI : SINTOMI ALLERGICI

I più comuni sono starnuti, secrezioni nasali arrossamento degli occhi, tosse, asma, arrossamenti, gonfiori cutanei, stanchezza. La diagnosi dell’allergia si effettuata con l’analisi dei sintomi tramite incisioni cutanee poco profonde su cui si depositano gocce di soluzione acquosa dei vari pollini, l’arrossamento e il prurito sono segni di reazione positiva per l’identificazione dell’allergene.

COSA DA MANGIARE E COSE DA NON MANGIARE.

Gli alimenti da mangiare sono la frutta fresca e secca, la verdura di stagione, cibi ricchi di proteine vegetali quali tofu, alimenti che contengono Omega 3.

Mentre i cibi da evitare sono tutti i latticini derivati, cibi fritti, alimenti ricchi di grassi saturi, il frumento, le arachidi, le mandorle, frutta ricca di vitamina C, le ciliege, l’albicocca, kiwi e agrumi da non dimenticare anche gli ortaggi come i pomodori e le patate.


3 thoughts on “Allergia alle graminacee e pollini : sintomi,cause ed alimentazione

  1. Per l’allergia ai pollini mio marito ha trovato GRANDE beneficio utilizzando il purificatore oxygen comprato dalla Alpretec. Ha dei filtri molto buoni che permettono di filtrare l’aria in casa, rendendo migliori le condizioni dell’ambiente dove vive la persona allergica. Dopo aver arieggiato le stanze a casa, chiudere le finestre, accendere il condizionatore e respirare meglio!!! E’ un grande risultato sia per che soffre di allergia sia per chi vive con lui!

  2. Tiziana, grz della testimonianza!

  3. margherita says:

    Io mi sento di consigliare a tutti a livello anche preventivo, e come primo passo le coperture barriera per materassi e cuscini prima di tutto. Spesso c’è un generico miglioramento dei sintomi. Io ho acquistato le coperture “Pristine” ed il mio riposo notturno è migliorato notevolmente, e non ho più avuto i tipici sintomi da raffreddore al risveglio e nell’arco delal giornata. A volte infatti non sappiamo di essere anche allergici all’acaro, e da dove possono derivare i nostri continui risvegli e raffreddori. Male non farà. Io non ci rinuncerei più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>