In Italia diminuiscono le spese per i cosmetici

Secondo dati recenti, nel 2010, la spesa mensile media per famiglia si è attestata a 2.453 euro e, con un ’incremento dello 0,5% rispetto all’anno precedente. In realtà, tale dato non ha rilevanza in termini reali. L’Istat, ieri, ha reso noto il suo report annuale, sottolineando che l’inflazione è stata dell’1,5% , mentre il margine d’errore pari allo 0,6%.

Da tutto ciò si evince che i consumi degli italiani non hanno subito aumenti, anzi , per circa la metà delle famiglie italiane si pongono al di sotto dei 2.000 euro . Che rimane fra l’altro un buon esborso di cassa per le tasche degli italiani che si posso permettere tali cifre. Quindi c’è da recuperare molto , dopo la brutta flessione del 2009, persino in termini correnti. Si pensi che le spese delle famiglie italiane, nel 2010, risultano ancora molto inferiori ai livelli del 2008 e del 2007.

Inoltre, in ambito nazionale, è possibile constatare che sussistono enormi differenze tra le regioni del Nord e quelle del Sud. Tra la Lombardia e la Sicilia, ad esempio , c’è una differenza nei consumi pari a 1.200 euro. La suddetta diversità si può notare anche tra le famiglie di imprenditori e liberi professionisti e quelle degli operai. L’ Istat, è interessante sottolinearlo, ha dichiarato che la contrazione della spesa delle famiglie italiane è dovuta anche dal fatto che sempre meno persone acquistano prodotti cosmetici e per la cura personale. Si registrano, perciò, risparmi sul parrucchiere, sul barbiere e l’estetista, ma anche su tutto ciò che è catalogato come “altri servizi”, come ad esempio i viaggi e gli eventi, gli onorari dei professionisti, e le polizze vita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>