I Farmaci in Gravidanza

Essere in dolce attesa ed essere madri è l’ esperienza più belle nella vita di una donna, tutelare la propria salute in questa fase è il primo gesto d’amore che bisogna fare per il proprio bambino.

Ma occorre, essendo la gravidanza un momento molto delicato, porre attenzione a molte situazioni che potrebbero portare problemi come l’assunzione dei farmaci.

Farmaci in Gravidanza

L’assunzione dei farmaci in gravidanza è un tema delicato che va affrontato con molta cautela e con competenza. Per le future madri infatti è sconsigliato da subito l’uso di farmaci, perché questi possono comportare dei problemi al feto molto gravi come malformazioni o aborti spontanei.
Gli effetti infatti possono concorrere a danneggiare l’embrione in modo letale o producono effetti tossici, pertanto bisogna fare molta attenzione soprattutto nei primi tre mesi della gravidanza a quale farmaco si assume.
Per il bene vostro e del vostro bambino è sconsigliato auto curarsi in dolce attesa ricorrendo a farmaci da banco, è sempre consigliato invece rivolgersi al proprio medico di fiducia o parlare con il proprio ginecologo possibilmente quando si sta pianificando una gravidanza o quando la gravidanza è certa.

Classificazione dei Farmaci

Per l’assunzione dei farmaci bisogna fare una distinzione tra i farmaci da banco (l’aspirina in gravidanza potrebbe non esser consigliata) e farmaci da terapie. I farmaci da banco dovrebbero essere evitati il più possibile, se invece si stanno assumendo dei farmaci continuativi bisogna accertare lo stato di gravidanza e passare ad un farmaco che comporti meno rischi per il nascituro.

Ci sono appunto dei farmaci che possono creare dei danni letali, esiste una classifica a tutela di ciò stilata dal Ministero della Sanità Italiana che raggruppa i farmaci in cinque categorie di rischi : A, B, C, D, ed X. I farmaci sicuri sono indicati con A e scendendo in modo scalare troviamo in coda la X con cui vengono indicati i farmaci da non assumere in gravidanza in quanto possono causare effetti “ teratogenetici ” .

Resta il consiglio iniziale e ripetuto più volte : considerata la delicatezza dell’argomento, prima di assumere qualsiasi farmaco, rivolgetevi sempre al vostro ginecologo che segue la vostra gravidanza.


2 thoughts on “I Farmaci in Gravidanza

  1. PER I FARRMACI IN GRAVIDANZA C’E’ lo
    06-3050077, una linea telefonica dedicata a future e neo mamme. Si chiama Telefono Rosso ed è lo speciale servizio gratuito del Centro Studi per la Tutela della Salute della Madre e del Concepito dell’Università Cattolica di Roma, nato col sostegno della Regione Lazio, che offre informazioni e chiarimenti “a domicilio” per la prevenzione dei difetti congeniti del neonato e una valutazione dei rischi teratogeni (fattori che possono causare malformazioni dell’embrione), per esempio derivanti dall’assunzione di farmaci in gravidanza.

    Il servizio (al costo della sola telefonata) è attivo è attivo lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il martedì e giovedì dalle ore 14.00 alle ore 18.00.

    Il Telefono Rosso fornisce consulenze mediche in fase preconcezionale, in gravidanza o durante l’allattamento a chiunque ne faccia richiesta: per esempio coppie, in particolare donne che desiderano avere un figlio o che si trovano nelle prime fasi della gravidanza, ma anche medici di base, farmacisti e altri operatori sociosanitari.

    La consulenza viene effettuata da medici specializzati in ostetricia e ginecologia con particolari competenze nel campo della medicina prenatale, delle gravidanze a rischio e della teratologia clinica.

    La valutazione del possibile rischio riproduttivo si avvale anche delle banche dati specifiche disponibili a livello internazionale. Il Telefono Rosso – è infatti integrato nella rete dei servizi omologhi (Teratogen Information Service) europei (ENTIS) ed extraeuropei (OTIS), con i quali esiste un rapporto continuo di scambio di informazioni relative soprattutto alle problematiche che risultano più rare o nuove.
    http://www.policlinicogemelli.it/area/?s=209

  2. […] lo stato di salute della madre e del bambino, il medico sceglie un antibiotico (attenzione ai farmaci ammessi in gravidanza) sia ben tollerato da madre e feto, sia adatto a sconfiggere l’infezione in base ai risultati […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>