Benessere fisico : Cure termali ad Ischia

The ancient therms

Quando si pensa ad una vacanza ad Ischia si è soliti immaginarla come un soggiorno dedito al relax, mare, spiaggia e vita notturna. Se da un lato questo è un fattore dominante del turismo ischitano, dall’altro lato non dobbiamo mai dimenticare quanto Ischia sia celebre nel mondo per le sue acque  termali.

Grazie alla sua natura quasi del tutto di tipo vulcanica l’isola di Ischia viene considerato unoi dei centri termali più rinomati d’ Europa e forse anche del mondo. Le sue caratteristiche quali Sorgenti, fumarole, fanghi è possibile trovarle in pratica in ogni dove e angolo dell’intera isola. Il tutto tramite centri perfettamente attrezzati ed altamente qualificati.

Quello che rende Ischia “termalmente all’avanguardia” è la ricerca scientifica moderna di tutti gli stabilimenti di cura utilizzano sofisticate tecnologie per ogni tipo di terapia. Le acque termali ischitane sono alcaline, contengono zolfo, iodio, cloro, ferro, elementi potassici e microelementi di sostanze attive.

Le acque termali di Ischia erano già note nell’antichità tanto da meritarsi di essere citate nell’ Iliade di Omero e nell’ Eneide di Virgilio, come anche da Plinio e Strabone.

Gli Eubei già conoscevano le proprietà curative dell’ argilla, apprezzata per le sue proprietà cicatrizzanti e depurative ed utilizzata sia esternamente a contatto con la pelle (con impacchi ed unguenti) sia internamente, diluita in acqua, per sfruttare la sua capacità rimineralizzante ed antianemica. Anche i bagni termali erano molto praticati.

Per questo motivo una vacanza ad Ischia non può essere pensata come esclusivamente di tipo ludico, ma va considerata anche la possibilità di passare un po di tempo alle terme, per prenotare un hotel vi consigliamo il link seguente:

Hotel Ischia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>