Dieta Donne in Menopausa : meno carne e formaggi

Se si parla di dieta dimagrante, le prime cose che vengono in mente sono porzioni di cibo ridottissime, niente pasta né pane, centrifugati di frutta e verdura, e gli onnipresenti snack energetici che dovrebbero sostituire interi pasti. Il tutto corredato da ore e ore di allenamento in palestra e faticosi esercizi di ginnastica: un’incubo, per l maggior parte delle donne che desiderano perdere qualche chiletto ma non vogliono stravolgere il proprio stile di vita; l’idea fa rabbrividire ancor di più le signore in menopausa, che non vorrebbero cedere alle linee più morbide che spesso essa porta con se, ma non sanno rinunciare ad un dolcetto quando se ne presenta l’occasione.
Ma perdere peso in menopausa, invece, non è così impegnativo quanto può sembrare: bisogna sì diminuire le calorie immesse, ma la cosa più importante è mantenere questo apporto stabile e costante nel tempo.

Le abitudini alimentari fanno la differenza

Ben 508 donne sono state esaminate da un gruppo di ricerca dell’Università di Pittsburgh, che ha confrontato le loro scelte alimentari e i risultati che queste portavano dopo sei mesi e dopo quettro anni. Non c’è stato nessun risultato schockante, né particolari rivelazioni, tranne la riconferma di quello che sembra proprio essere il segreto fondamentale del perdere peso in menopausa: la costanza. I ricercatori, il cui studio è stato pubblicato sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics, suggeriscono quindi di “concentrarsi sui comportamenti efficaci a lungo termine“, piuttosto che forzarsi a seguire diete ipocaloriche faticose o fare sacrifici per un certo numero di settimane (per poi riprendere con l’alimentazione pre-dieta).

E un’altro consiglio da tenere presente è quello di diminuire le proteine, ovvero carne e formaggi. Inoltre, la ricerca ha confermato che un’alimentazione ricca di frutta e verdura è la migliore alleata per mantenere una buona linea; ogni tanto qualche piccolo sfizio ce lo si può togliere, ma l’importante è che cibi grassi, fritture, dolci, o bevande zuccherate non siano all’ordine del giorno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>